Casa Circondariale di Terni – mancata applicazione delle direttive Dipartimentali.

È necessario per questa Confederazione chiedere un urgente intervento della S. V. rispetto alla gravissima situazione che, per quanto riferito, si starebbe registrando presso la Casa Circondariale di Terni nei confronti di tutti quei Poliziotti Penitenziari interessati dalla mobilità nazionale.
Non è la prima volta che chi scrive si imbatte in Direttori “illuminati” che danno interpretazioni autentiche delle norme, tuttavia mai era capitato che un Direttore non adempisse alle direttive/ordini impartiti dal Capo del Personale.

Questo modus operandi, se confermato, oltre a generare non poco malcontento sta procurando una serie di difficoltà economiche e di vita quotidiana a tutti quei Poliziotti Penitenziari che avrebbero, giustamente,
avviato una serie di atti tesi alla risoluzione dei contratti di affitto, comunicazioni ai fornitori di energia, gas, acqua, etc.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.