Monte ore straordinario Polizia Penitenziaria 2024.

Non capita spesso di condividere così appieno, come in questo caso, le determinazioni dell’Amministrazione centrale che invita le direzioni degli Istituti penitenziari a contenere il consumo del monte ore straordinario assegnato al personale di Polizia Penitenziaria, argomentando indisponibilità economiche nel corrente anno finanziario.
Ci riferiamo alla nota DAP n.197483 dell’8 maggio 2024 a firma del Direttore Generale del Personale Massimo Paris (così indicato nel gruppo firma) che, avendo a cuore il benessere psico-fisico del personale del Corpo, vivamente esorta a limitare il ricorso a prestazioni straordinarie.
Ebbene SIAMO IN PERFETTA SINTONIA con l’Amministrazione centrale, anzi chiediamo immediatamente che IL PERSONALE DI POLIZIA PENITENZIARIA NON SIA PIU’ COSTRETTO A TRATTERNERSI IN SERVIZIO OLTRE L’ORARIO ORDINARIO DI LAVORO, limitando le proprie prestazioni a massimo 36 ore settimanali.

In più chiediamo una nuova organizzazione del lavoro della Polizia Penitenziaria in servizio presso gli Istituti della Repubblica con la previsione di 4 GIORNI LAVORATIVI A SETTIMANA, come accade nei Paesi civili del mondo moderno.
Al contempo PRETENDIAMO che tutto il personale possa FRUIRE DELLE SACROSANTE FERIE, A PARTIRE DA QUELLE ESTIVE, SMALTENDO GLI INNUMEREVOLI RIPOSI ACCANTONATI.
Visto che LE GRAVISSIME CARENZE DI ORGANICO NON CONTANO NULLA PER CHI GESTISCE LA POLIZIA PENITENZIARIA PUR NON APPARTENENDO AL CORPO chiediamo che oltre le 36 ore di servizio settimanali a LAVORARE NEGLI ISTITUTI SIANO DIRETTORI, PROVVEDITORI E IL RESTANTE PERSONALE DEL COMPARTO FUNZIONI CENTRALI in quanto OPERATORI PENITENZIARI.
GLI OPERATORI DI POLIZIA, VALE A DIRE I POLIZIOTTI PENITENZIARI, MERITANO IL RECUPERO PSICO-FISICO CHE SOLO L’ASSENZA DI PRESTAZIONI STRAORDINARIE PUO’ ASSICURARE.
Se poi l’Amministrazione penitenziaria non dovesse riuscire ad assicurare il proprio mandato attraverso gli OPERATORI PENITENZIARI (DIRETTORI, PROVVEDITORI E RESTANTE PERSONALE DELLE FUNZIONI CENTRALI), CONSIGLIAMO DI RIVOLGERSI AD ALTRE FORZE DI POLIZIA CHE SONO NELLE CONDIZIONI DI PAGARE LE PRESTAZIONI STRAORDINARIE DEL PROPRIO PERSONALE, SENZA MORTIFICANTI LIMITAZIONI.
Anche in questo il DAP SI DIMOSTRA INCAPACE DI GESTIRE UN CORPO DI POLIZIA DELLO STATO, non avendo capacità di disporre di monte ore straordinario adeguato alle gravissime carenze di personale in servizio, ma sempre pronto ad aumentare lo stipendio dei dirigenti penitenziari di ben 13 mila euro annui.

VIA LA POLIZIA PENITENZIARIA DAL DAP.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *