CONTESTAZIONI RELATIVE ALLA GESTIONE LAVORATIVA
-AGENTI DI POLIZIA PENITENZIARIA -UFFICIO SERVIZI

Pervengono a questa sigla sindacale lamentele inerenti la organizzazione/gestione
lavorativa da parte degl’agenti di polizia penitenziaria Gli agenti, riferiscono di una gestione lavorativa penalizzante, nonché discriminatoria tenuta nei loro confronti, in particolare per quanto riguarda la gestione delle ferie estive e la programmazione dei turni di lavoro giornalieri.
In primis, per ciò che concerne la gestione delle ferie estive, l’Ufficio Servizi ha provveduto a modificarne sia la programmazione sia il quantum senza tenere conto in alcun modo delle richieste avanzate dagli stessi nonostante le stesse fossero già state programmate ed autorizzate dal Comandante.

Si evidenzia, pertanto, una gestione unilaterale, nonché discriminatoria tenuta
dall’Ufficio servizi dato che agenti sono risultati essere più penalizzati in termini di giorni feriali concessi, il tutto con la giustificazione che avendo due colleghi richiesto permessi studio, ciò rendeva necessario modificare le scelte già fatte dall’istante ed autorizzate dal Comandante.

Inoltre, riferiscono di comportamenti “ostili” tenuti nei loro confronti anche per quanto riguarda la gestione dei servizi. In particolare, lamentano che gli stessi gli vengono comunicati giorno per giorno ed addirittura in modo errato, tant’è che più volte lo stesso è dovuto recarsi a lavoro per poi capire di non essere di turno.
Va da sé che tali comportamenti, qualora ripetuti nel corso del tempo, rappresenterebbero condotte discriminatorie lesive della sfera personale e per questo da considerarsi preordinati al fine di un disegno persecutorio.

Pertanto, sicuri della bontà delle Vs. scelte, Vi invitiamo e diffidiamo ad intervenire per far cessare tali condotte al fine di garantire il rispetto delle norme giuridiche e della dignità morale suoi luoghi di lavoro.

Distinti saluti.

Condividi su