Mancati rimborsi controvalore pasti missioni violazioni normativa-N.O.T.P. la mancata concessione del riconoscimento della liquidazione dell’Art 7. da parte della Direzione.

Egregio Direttore,
La scrivente Segreteria Nazionale, con la presente, intende, segnalare e portare all’attenzione una seria problematica.

Un dato tuttavia è certo: continuano le violazioni in materia di applicazione della normativa sulle missioni, Circolare del 09/05/2018 n.0154835, a discapito del personale di Polizia Penitenziaria operante al Nucleo Traduzioni di Napoli Secondigliano.
Parrebbe infatti, che ad un congruo numero di Poliziotti Penitenziari sia stato negato il diritto al rimborso dell’articolo in oggetto, acquisito durante il servizio di missione, seppur la stessa indennità sia stata effettivamente maturata , così come cita e disciplina il comma 4.3 della circolare sopracitata.

Addirittura al Personale operante che abbia terminata la missione e faccia rientro nel proprio l.P.P. di appartenenza e trovi la MOS aperta, per i commensali devono fruire del pasto serale ASSURDO e ILLEGGITIMO!
Sembrerebbe sia stata avanzata I ‘ipotesi e la proposta di remunerazione di trenta minuti di straordinario. al fine della fruizione del pasto a missione terminata il che sarebbe un sicuro danno erariale con la depauperazione al monte ore dello straordinario, violando ancora una volta la vigente normativa in materia.
RAMMENTIAMO che il Personale di Polizia Penitenziaria impiegato in servizi esterni. una volta rientrati nel proprio l.P.P. di appartenenza la missione ed il
servizio terminano di fatto, interrompendo qualsiasi ulteriore obbligo del dipendente.

Ritenendo tali segnalazioni fondate la scrivente O.S. chiede alla S.V. di voler verificare e controllare quanto rappresentato e ricondurre il tutto nel corretto
computo del foglio di viaggio, Evitando personalismi, nelle interpretazioni e PALESI VIOLAZIONI!

Si resta in attesa di riscontro e si porgono distinti saluti

Condividi su